Valore Mamma

Valore Mamma

Il 12 ottobre 2012 presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum ha avuto luogo l’evento dal titolo “Mamma e Futuro: il valore della sfida”. L’obiettivo dell’incontro è stato di presentare Valore Mamma, la prima rivista universitaria finalizzata al sostegno e alla promozione sociale della maternità, nata nell’ambito dell’Istituto di Studi Superiori sulla Donna presso l’Ateneo.

La rivista nasce, per offrire risposte concrete alle necessità reali delle mamme, attraverso un servizio di informazione scientifico e culturale, ma anche su tutto ciò che riguarda l’universo mamma: dai servizi utili, alle iniziative ed eventi per le mamme e le future mamme. Avrà uscita trimestrale e sarà distribuita a Roma gratuitamente, nelle scuole, nei reparti materno-infantili delle strutture ospedaliere e delle cliniche private, nelle farmacie, nei consultori, e negli studi medici.

In occasione della conferenza Mamma e Futuro: il valore della sfida, grazie al contributo delle istituzioni, di medici, professionisti, di autorevoli esponenti dell’imprenditoria e la testimonianza di alcune note associazioni dedicate alla maternità particolarmente radicate sul territorio, si è potuto avviare una piattaforma di studio sulle esigenze delle mamme di oggi, approfondendo temi che riguardano la salute fisica e il benessere psicologico della mamma, il valore sociale della maternità, la questione della conciliazione famiglia-lavoro, aprendo quindi una riflessione sui servizi a sostegno della maternità offerti dal territorio e su eventuali criticità.

L’incontro si è aperto con riflessioni sull’evento nascita, con l’intervento del Prof. Giuseppe Noia, ginecologo al Policlinico Gemelli e docente all’Università Cattolica di Roma e della dott.ssa Emanuela Antonini, ostetrica.

Il prof Noia ha evidenziato il percorso educazionale necessario per una adeguata preparazione all’evento nascita, partendo dal vissuto di ogni donna, dalle sue esperienze esistenziali a partire dall’adolescenza, del ruolo della sanità nei percorsi nascita e della responsabilità delle organizzazioni medico-sanitarie nello sviluppo di una giusta educazione alla consapevolezza già prima del concepimento. La dott. ssa Antonini, ha invece illustrato l’importanza dell’ accoglienza e dell’assistenza del nucleo familiare durante l’evento della nascita, evitando una eccessiva medicalizzazione del parto e recuperando la vera dimensione umana ed emozionale del momento più importante nella vita di ogni donna.

Presente all’evento anche il Dott. Luca Torti, rappresentante istituzionale dell’Istituto farmaceutico Ganassini, sponsor della Rivista, che ha sottolineato il valore della ricerca a servizio della maternità.

Si è poi proseguito con un panel dedicato al Benessere della mamma: valore da proteggere con gli interventi della dott.ssa Carolina Aranci, counsellor professionista e Presidente dell’Associazione Internazionale Donne (AID Onlus), e del dott. Alessandro Peracchi pediatra e psicoterapeuta, fondatore dell’Associazione. La dott.ssa Aranci ha sottolineato l’importanza della presenza del marito e di altri figure familiari come punti di riferimento fondamentali per la mamma per evitare il senso di isolamento. Il dott. Peracchi, ha presentato gli innumerevoli servizi per la mamma e per la famiglia offerti dall’Associazione internazionale donne.

Valore Mamma è anche un’osservatorio di studio delle necessità reali delle mamme, una piattaforma di raccolta delle loro istanze. Per questa ragione l’evento ha voluto dare voce alle mamme dedicando una sessione della mattinata proprio alle loro testimonianze e riflessioni. Ad aprire la sessione un’intervista a Tosca D’Aquino attrice e mamma di due figli, che ha raccontato cosa ha significato per lei l’essere madre e condiviso la sua esperienza quotidiana nella gestione dei figli e della carriera. Sono intervenute successivamente 5 mamme: Laura Salvo, docente universitaria presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum che ha parlato di maternità come dono. Giovanna Dubbini, event manager, ha proposto una riflessione sulla mamma come prima educatrice. Cristina Mantuano, giovane manager, mamma di due figli (il terzo in arrivo) ha raccontato come riesce a conciliare la propria attività professionale con la vita familiare. Maria Grazia Passeri ha presentato l’Associazione Salvamamme, di cui è presidente, la sua missione e i suoi progetti, in particolare l’apertura del più grande Free Temporary Shop per le famiglie bisognose continuando un cammino, quello del popolo di Salvamamme per trovare un luogo ideale dove diritti e doveri si equilibrano e la parola assistenzialismo risulta estranea. Infine è intervenuta Valentina Stefanini dell’Associazione Città delle Mamme raccontando come dalla decisione di alcune di loro è nata un’associazione per dare sostegno concreto alle mamme di un quartiere di Roma.

Il momento centrale dei lavori è stato rappresentato dagli interventi di diversi rappresentanti di istituzioni, che hanno con grande entusiasmo apprezzato le finalità culturali della rivista Valore Mamma e ne hanno espresso il loro supporto. Sono intervenuti l’On. Carlo Casini, Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo che ha ricordato l’importante riconoscimento per le mamme d’Europa quale simbolo di rinnovamento civile e morale. Presente all’evento anche l’On. Olimpia Tarzia che nel suo intervento ha ricordato che il valore sociale della maternità risiede nei tre principi cardine: vita, famiglia, sviluppo ed oggi non è possibile affermare questo valore ed esercitare i diritti ad esso correlati, se non si mette in atto seriamente la cultura del nuovo femminismo. Gianluigi De Palo, Assessore alla Famiglia, all’Educazione ed ai Giovani di Roma Capitale ha invece posto l’accento sull’importanza della famiglia nella società e ha illustrato le iniziative del Comune di Roma per sostenerla. Lavinia Mennuni delegato del Sindaco per le Pari Opportunità di Roma Capitale, ha invece parlato delle iniziative di Roma Capitale per sostenere le mamme. Le madri di oggi sono chiamate ad essere più consapevoli, più attente e più competenti. La loro competenza è essenziale non solo all'educazione dei figli, ma anche alla salvaguardia della loro vita. Il panel delle istituzioni si è concluso con il brillante intervento del dott. Marco Squicciarini che con le sue straordinarie capacità comunicative, dettate dal suo cuore generoso ed entusiasta di ciò che fa, ha fatto un excursus sintetico, ma esaustivo ed efficace dei pericoli di soffocamento per i bambini, delle tecniche e manovre di disostruzione e primo soccorso a cui le mamme possono e devono attenersi in caso di emergenza. Uno strumento importantissimo a disposizione delle mamme, perchè "peggio di non fare, è il non sapere". Chi salva un bambino, salva il mondo  - questo lo slogan che accompagna il suo operato.

Nell’ultima sessione dell’incontro Mamma e lavoro il valore della sfida si è invece parlato di madri professioniste con gli interventi di Maria Cimarelli, Presidente Working Mothers Italy, la quale ha offerto una panoramica sulle problematiche distinguendo tra libere professioniste e dipendenti. Si è poi parlato del progetto di ManagerItalia “Fiocco in Azienda”, una iniziativa per sensibilizzare le organizzazioni sulle esigenze delle mamme in ambito lavorativo. Infine con Massimo Riverso, responsabile del settore Affinity e dei Canali Innovativi di In Più Broker srl, una tra le principali realtà italiane nel brokeraggio assicurativo ha lanciato il progetto per le mamme: polizze in rosa.

L’evento si è concluso parlando di mamma cuore dei valori con Emma Ceccarelli, Presidente del Forum delle Associazioni Familiari Lazio.

L’iniziativa è stata allietata da una performance di danza a cura dell’ Accademia di Danza Les Premieres. Titolo della coreografia: Amore materno.

Magistero Pontificio

san-pedro

Recensioni

  • La Donna eterna

    Il mondo salvato da una Donna. Quella Eterna. Di Rino Camillieri * Gertrud von le Fort è una delle grandi figure letterarie di convertiti del ventesimo secolo. Era figlia del barone Lothar, luterano... Continua
  • Paolo VI e Chiara Lubich. Una Chiesa che si fa dialogo

    Recensione di Paolo Siniscalco e Xenio Toscani Paolo VI e Chiara Lubich, un papa e una laica in sintonia, interpreti del loro tempo, testimoni, profeti e costruttori della Chiesa del Concilio e del... Continua
  • Scrittrici mistiche europee

    Colloquio con Francesco Santi, direttore della Società internazionale per il medioevo latino sul nuovo volume di Silvia Guidi © L’Osservatore Romano, 8 luglio 2015 In occasione del quinto... Continua

© Copyright 2011-2015  Pontificio Consiglio per i Laici | Mappa del Sito | Link Utili | Contatti