Sezione Donna

women praying
Image by Giovanni Portelli Photography

Attraverso l’impegno della “Sezione donna”, il Pontificio Consiglio per i Laici segue con particolare attenzione quanto accade nell’universo femminile e si adopera per promuovere riflessioni e iniziative che aiutino ad approfondire le questioni della dignità e della vocazione della donna nella Chiesa e nella società. Inoltre, in collaborazione con associazioni, movimenti, organizzazioni non governative, altri dicasteri della Curia romana, e con l’appoggio di un gruppo di consultori ad hoc, la sezione donna studia la relazione donna – uomo nella sua specificità, reciprocità e mutua complementarità.

Il Magistero recente, molto attento alle questioni antropologiche, offre preziosi punti di riferimento su questi temi, che costituiscono l’inesauribile fonte di ispirazione per il lavoro del dicastero. L’indicazione fondamentale possiamo leggerla nella Lettera alle donne: «È soltanto grazie alla dualità del «maschile» e del «femminile» che l'«umano» si realizza appieno […]. La donna e l'uomo non riflettono un'uguaglianza statica e omologante, ma nemmeno una differenza abissale e inesorabilmente conflittuale: il loro rapporto più naturale, rispondente al disegno di Dio, è l'“unità dei due”, ossia una “unidualità” relazionale, che consente a ciascuno di sentire il rapporto interpersonale e reciproco come un dono arricchente e responsabilizzante» (GIOVANNI PAOLO II, Lettera alle donne, 7-8).

Uguaglianza e pari dignità non sono assimilabili a una generica omologazione tra donne e uomini: al contrario, è sempre più necessario aiutare le donne a comprendere e a vivere la bellezza e la dignità della propria indole femminile. Oltretutto, in tempi come i nostri, caratterizzati da rapide trasformazioni e di crescente smarrimento antropologico, si impone l’urgenza di approfondire non solo il significato dell’identità della vocazione femminile, ma l’identità e la vocazione di entrambi i sessi, alla luce «della decisione del Creatore che l'essere umano esista sempre e solo come femmina e come maschio» (ID., Mulieris dignitatem, 1). «Di fronte a correnti culturali e politiche che cercano di eliminare, o almeno di offuscare e confondere, le differenze sessuali iscritte nella natura umana considerandole una costruzione culturale» (BENEDETTO XVI, Discorso ai partecipanti al convegno internazionale “Donna e uomo, l’humanum nella sua interezza”, 9 febbraio 2008),  emerge prepotentemente l’attualità e l’urgenza di puntualizzare la reciproca complementarità donna-uomo e le sue manifestazioni nella Chiesa, nella società e nella famiglia.

La Chiesa custodisce un ricchissimo tesoro di manifestazioni del cosiddetto “genio femminile”: moltissime sue figlie hanno lasciato un’impronta indelebile e benefica nella sua lunga storia, l’hanno edificata dall’interno apportando il loro contributo specificamente femminile in ogni epoca e nelle diverse società. Nei nostri tempi così difficili c’è bisogno di «donne illuminate dallo spirito evangelico», (Mulieris dignitatem, 1.) che offrano il loro fedele servizio. Perché tali donne possano svolgere sempre meglio il loro ruolo nella società e nella Chiesa è necessario promuovere la formazione spirituale e intellettuale dei laici e in particolare delle donne. Lo scopo della formazione è preparare le donne a servire la Chiesa come Gesù chiede loro, richiamando il più alto modello di femminilità, che è Maria, proponendo il cammino percorso da tante donne sante, protagoniste dei momenti decisivi della nostra storia.

La “Sezione donna” si adopera per promuovere questo impegni di formazione delle donne laiche costituendo una rete di collaborazione attraverso collegamenti internet in continuo rapido sviluppo. Col passare degli anni si sta costituendo una biblioteca on line di testi sulla donna, mensilmente aggiornata, e stiamo operando perché sia accessibile a un numero sempre maggiore di utenti. La biblioteca è suddivisa in quattro aree tematiche: teologia, filosofia,Sacra Scrittura, cultura e società. Siamo fermamente convinte che più saremo “connesse”, più sarà agevole lavorare insieme, unire le nostre forze per annunciare sempre più efficacemente il Vangelo alle donne e agli uomini del nostro tempo.

News


© Copyright 2011-2015  Pontificio Consiglio per i Laici | Mappa del Sito | Link Utili | Contatti