Primo giorno dell'incontro internazionale sulle GMG

IMG_4223

«La pastorale giovanile è molto esigente, richiede una permanente ricerca di nuove vie per incontrare i giovani, la ricerca di nuovi linguaggi e nuovi modi di comunicare (il mondo digitale!). E in modo speciale necessita da parte di tutti gli operatori pastorali una vera e propria “conversione missionaria” che genera un rinnovato entusiasmo, generosità e gioia del cuore». È questo l'impegnativo saluto che il card. Stanisław Ryłko, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici ha rivolto ai circa 300 delegati di 92 Paesi e 45 movimenti, comunità e associazioni giovanili cattoliche, operatori di pastorale giovanile giunti a Roma per fare il punto sul cammino delle Giornate mondiali della gioventù.

La prima giornata dei lavori di questo incontro internazionale è stata dedicata ai frutti della Gmg di Rio de Janeiro, con la partecipazione di tutto il Comitato organizzatore brasiliano: si è tracciato un bilancio dei frutti pastorali, ma si sono analizzate anche le questioni organizzative e logistiche. «Abbiamo visto Dio in azione! È bello poter guardare indietro e considerare che tutto il nostro lavoro, tutta la fatica di questi anni sono poca cosa rispetto all'azione di Dio». Così il card. Orani João Tempesta, arcivescovo di Rio ha voluto sintetizzare la sua personale esperienza della Gmg, ricordando poi che «Il miracolo della Gmg deve ripetersi ogni giorno in ogni parrocchia» a sottolineare come questi grandi eventi della fede devono incarnarsi nel vissuto quotidiano dei giovani.

Mons. Leonardo Ulrich Steiner, segretario della Conferenza episcopale brasiliana, ha presentato il pellegrinaggio della Croce e dell'Icona di Maria e la settimana missionaria che hanno preceduto la Gmg e la stessa Gmg come un unico evento, che ha coinvolto tutto il Brasile e che ha dato nuovo impulso alla pastorale giovanile di questo grande Paese.

Anche per Mons. Eduardo Pinheiro da Silva la rinnovata attenzione al mondo giovanile da parte della Chiesa brasiliana è un grande frutto della Gmg, insieme alla consapevolezza dell'essere missionari.

Alcuni delegati introdotti dal nuovo responsabile della sezione giovani del Pontificio Consiglio per i Laici, p. João Chagas, hanno quindi presentato i frutti pastorali della Gmg in diversi Paesi del mondo: dal Belgio al Libano, dagli Stati Uniti all'Indonesia, realtà tra loro molto diverse, ma con un medesimo punto di vista sull'importanza del cammino di preparazione alla Gmg e dell'integrazione di questo cammino nella vita di fede quotidiana dei giovani.

Nel pomeriggio i partecipanti hanno potuto vedere in anteprima il social movie “Bota Fé”, realizzato da Aleteia.org utilizzando i filmati registrati dai giovani a Rio e disponibile in numerose lingue a partire da domenica sul sito www.aleteia.org.

Anche la Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù realizzato una sintesi della Gmg di Rio per immagini e pensieri con la rivista World Youth Day Magazine, da lunedì disponibile in formato digitale sul sito www.laici.va, che raccoglie le foto più belle della Gmg brasiliana.

La giornata si è conclusa con una Messa di ringraziamento per la Gmg di Rio de Janeiro presieduta da S.Em il card. Orani João Tempesta.

Primo giorno dell'incontro internazionale sulle GMG



Tag Cloud

© Copyright 2011-2015  Pontificio Consiglio per i Laici | Mappa del Sito | Link Utili | Contatti