Premio Letterario Donna è Vita 2014 ad Alessandra Buzzetti e Cristiana Caricato per “Tenacemente donne”

donnaevita

Si è svolta sabato 30 agosto, alle ore 17.00 nella Sala dei Sindaci a Pontremoli, la cerimonia di premiazione della VIª edizione del Premio Letterario “Donna è Vita”, che nell’edizione 2014 ha visto trionfare Alessandra Buzzetti e Cristiana Caricato, con il testo “Tenacemente donne”, delle Edizioni Paoline.

Il Premio Donna è Vita è un riconoscimento letterario unico nel suo genere, che ha la finalità di segnalare il libro che meglio racconti, riveli, rifletta e difenda il talento della femminilità, inteso quale alleanza della donna con la vita e dono personale e costante agli altri.

Come nelle passate edizioni, anche quest’anno, il favore della giuria nazionale è andata ad un libro che parla di storie vere. “Tenacemente donne”, infatti, è un volume racconta la vita di 12 donne, le quali ci guidano alla riscoperta di una femminilità umile e tenace, dove l’attenzione all’altro non viene mai meno, neppure in quelle situazioni in cui, a queste protagoniste, è richiesto di rischiate tutto, fosse anche la vita.

Le 12 storie di femminilità verace, raccolte nel testo vincitore, sono legate tra loro dalla consapevolezza delle protagoniste che essere donna vuol dire collaborare a progetti d’amore, spesso così grandi da non poter essere neppure immaginati, ma talmente efficaci da saper cambiare, riordinare, il mondo intorno a loro.

La sensazione che riceve in lettore è quella di poter tenere in mano un libro che spiega la speranza. Non una speranza fondata solo sulla volontà eroica, ma che trova il suo fondamento in un Amore che agisce e che colma il divario tra i limiti umani e la grandezza della vocazione. Queste donne fanno cose grande non grazie ad una volontà indomita, ma perché “costrette” dall’Amore. Proprio per questo è un libro da leggere, un libro per tutti.

Alessandra Buzzetti, vaticanista del TG5, e Cristiana Caricato, vaticanista di TV2000, sono state premiate con un opera artistica del Maestro Gianni Celano Giannici, ceramista e pittore di fama internazionale, già autore del trofeo tennistico APT, assegnato annualmente al miglior giocatore al mondo di tennis.

Durante la cerimonia è stato presentato anche il volume che si è classificato al secondo posto, si tratta dell’opera di Susanna Bo, dal titolo “La buona battaglia”, edito da Chirico, nel quale l’autrice protagonista, mette in prosa un periodo della sua vita nel quale - prima nel fidanzamento e poi nel matrimonio - ha accompagnato il marito nella battaglia contro una malattia infausta.

Nel corso della cerimonia è stata presentata dal referente nazionale, Andrea Mazzi, la Campagna di Obiezione di coscienza alle Spese Abortive (OSA), promossa dalla Comunità Papa Giovanni XXIII. La finalità di OSA è quella di chiedere che cessi ogni forma di finanziamento pubblico legato alla soppressione della vita nascente, e che le Istituzioni utilizzino almeno la stessa cifra (in Italia si tratta di circa 88 milioni di euro!!) per garantire il diritto di ogni madre di poter accogliere in condizioni dignitose il figlio che già porta in grembo.

A conclusione della cerimonia, il Presidente dell’ Associazione Scienza & Vita Pontremoli - Lunigiana, istitutrice del premio, ha rammentato che: ˂˂nell’organizzazione di questo premio c’è un grande obiettivo: promuovere una verità ovvia, come è il legame tra donna e vita, tra donna e accoglienza, nella convinzione che questo è il primo seme sul quale si poggia una società a misura d’uomo, perché anche nell’organizzazione di una società c’è una gerarchia di valori e chi sbaglia valori, svaluta l’essere umano˃˃.

Come ogni anno, copie del testo vincitore, saranno devolute gratuitamente agli istituti scolastici delle province di Massa Carrara e La Spezia.


F.to

Il Presidente di Scienza & Vita Pontremoli – Lunigiana

Dott. Cristian Ricci

Tag Cloud

© Copyright 2011-2015  Pontificio Consiglio per i Laici | Mappa del Sito | Link Utili | Contatti