Fraternità di Comunione e Liberazione

fraternita-di-comunione-e-liberazione

DENOMINAZIONE UFFICIALE

Fraternità di Comunione e Liberazione 

 

SIGLA

CL

 

DENOMINAZIONE CORRENTE

Comunione e Liberazione

 

FONDAZIONE

1954

 

STORIA

Agli inizi degli anni Cinquanta l’intuizione della necessità di ricostruire una presenza cristiana nell’ambiente studentesco induce don Luigi Giussani, docente presso la Facoltà teologica di Venegono (Varese), a dedicarsi all’insegnamento della religione nella scuola. L’esperienza del piccolo gruppo di studenti del Liceo classico Berchet di Milano, che si riunisce attorno a lui, dà vita a Gioventù Studentesca (GS). Fortemente incoraggiata dall’allora Arcivescovo di Milano Giovanni Battista Montini, futuro papa Paolo VI, GS si diffonde in altre città italiane e, dopo il Sessantotto, comincia a coinvolgere universitari e adulti. Nasce Comunione e Liberazione, che nel 1980 riceverà il riconoscimento canonico dall’Abate Ordinario di Montecassino, monsignor Martino Matronola. I primi gruppi di fraternità si costituiscono nella seconda metà degli anni Settanta per iniziativa di ex universitari aderenti a CL che, attraverso un metodo comunionale, desiderano approfondire l’appartenenza alla Chiesa dentro la condizione della vita adulta e delle responsabilità che essa comporta. Dalla loro diffusione in diversi Paesi scaturisce la Fraternità di Comunione e Liberazione. L’11 febbraio 1982 il Pontificio Consiglio per i Laici decreta il riconoscimento della Fraternità di Comunione e Liberazione come associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio.

 

IDENTITÀ

L’essenza del carisma di CL sta nell’annuncio che Dio si è fatto uomo; nell’affermazione che questo uomo – Gesù di Nazaret, morto e risorto – è avvenimento presente, il cui segno visibile è la comunione, cioè l’unità di un popolo guidato da una persona viva, ultimamente il Vescovo di Roma; nella consapevolezza che solo nel Dio fatto uomo e, quindi, dentro la vita della Chiesa, l’uomo è uomo più vero e l’umanità veramente più umana. Nella proposta educativa di CL, l’adesione della libertà della persona all’annuncio cristiano è determinata dalla scoperta corrispondenza tra le esigenze del cuore dell’uomo e un annuncio che a esse dà compimento. È la ragionevolezza della fede che porta uomini e donne trasformati dall’incontro con Cristo a impegnarsi con l’esperienza cristiana, fino a incidere sull’intera società. Questo impegno rafforza la coscienza della propria identità, fa vivere la vita come vocazione, è sostenuto da una comunione vissuta che rende quotidiana la memoria dell’avvenimento di Cristo. Il processo educativo – alimentato dall’annuncio e dalla catechesi, dalla partecipazione a ritiri ed esercizi spirituali, dalla celebrazione dei sacramenti – privilegia le dimensioni del lavoro culturale come approfondimento ed espressione della propria fede e come condizione di una presenza responsabile nella società; dell’azione caritativa come educazione al servizio gratuito dell’altro e all’impegno sociale; della missione come educazione al senso della cattolicità della Chiesa e come scelta vocazionale. La testimonianza di Cristo nella scuola e nell’università, nelle fabbriche e negli uffici, nel quartiere e nella città passa soprattutto attraverso il lavoro, che è forma specifica del rapporto adulto con la realtà.

 

STRUTTURA

La vita della Fraternità si realizza attraverso la libera formazione di gruppi di uomini e donne di ogni condizione e stato che fondano la loro amicizia e comunione sull’impegno di camminare insieme verso la santità, riconosciuta come autentico scopo dell’esistenza. La guida dell’associazione è affidata al Presidente e alla Diaconia centrale, della quale fanno parte i responsabili internazionali, i responsabili dei diversi ambiti di presenza e i rappresentanti delle realtà aggregative nate dal carisma di CL: l’Associazione Laicale Memores Domini (vedi pag. 53); la Fraternità Sacerdotale dei Missionari di San Carlo Borromeo; la Congregazione delle Suore di Carità dell’Assunzione. Nelle diocesi, il responsabile diocesano è coadiuvato da una diaconia e da un Assistente spirituale nominato dal Vescovo del luogo su proposta del Presidente della Fraternità. Dal 1997 opera a Roma il Centro Internazionale di Comunione e Liberazione, strumento di collegamento delle realtà del movimento nel mondo.

 

DIFFUSIONE

La Fraternità conta 47.994 membri ed è presente in 64 Paesi così distribuiti: Africa (9), Asia (7), Europa (28), Medio Oriente (3), Nordamerica (7), Oceania (1), Sudamerica (9). All’esperienza di CL partecipano oltre 60.000 persone.

 

OPERE

Singoli e gruppi appartenenti alla Fraternità hanno dato vita sotto la loro responsabilità personale a opere culturali, caritative e imprenditoriali collegate nella Compagnia delle Opere, con sedi in Italia e all’estero. Si tratta di case famiglia per psicolabili, tossicodipendenti, disabili, malati di Aids e malati terminali; imprese per l’inserimento nel lavoro di portatori di handicap; organismi non governativi (AVSI, in Italia, e CESAL in Spagna) per l’aiuto e lo sviluppo dei Paesi poveri; fondazioni come il Banco Alimentare, che fornisce il vitto quotidiano a oltre mezzo milione di poveri in Italia, e il Banco Farmaceutico; centri di solidarietà per aiutare i disoccupati nella ricerca di lavoro; strutture di assistenza nelle carceri minorili in Africa e in America; sussidi a famiglie bisognose e accoglienza in famiglia di persone in difficoltà. Le iniziative sorte nel campo della cultura sono divenute luogo privilegiato nel quale l’incontro di esperienze anche diverse è occasione per comunicare il proprium dell’avvenimento cristiano: centri culturali; scuole (spesso avviate da cooperative di genitori); case editrici, attività editoriali e giornalistiche; fondazioni e istituti accademici; convegni internazionali, quali il Meeting per l’amicizia tra i popoli. Direttamente dipendente dalla Fraternità è la Fondazione Sacro Cuore di Milano, ente morale che gestisce scuole e opera per la promozione e la tutela della libertà di educazione, nella linea della tradizione cristiana e dell’insegnamento della Chiesa.

 

PUBBLICAZIONI

Tracce Litterae Communionis, rivista mensile in italiano, francese, inglese, polacco, portoghese/brasiliano, russo, tedesco e spagnolo; Piccole Tracce, rivista bimestrale per bambini.

 

SITO INTERNET

www.comunioneliberazione.org 

www.clonline.org

 

SEDE CENTRALE

Fraternità di Comunione e Liberazione 

Via Porpora, 127 - 20131 Milano

Tel. [+39]02.26149301 - Fax 02.26149340

E-mail: cl@comunioneliberazione.org

 

Centro Internazionale di Comunione e Liberazione

Via Malpighi, 2 - 00161 Roma

Tel. [+39]06.44252752 - Fax 06.44252544

E-mail: centroint@comunioneliberazione.org



© Copyright 2011-2015  Pontificio Consiglio per i Laici | Mappa del Sito | Link Utili | Contatti