Claire Amitié

fotolaici

DENOMINAZIONE UFFICIALE

Clarie Amitié

 

FONDAZIONE

1946

 

STORIA

Claire Amitié nasce in Francia per iniziativa di Thérèse Cornille (1917-1989), giovane donna formatasi nell’Azione Cattolica e nella Gioventù Operaia Cristiana Femminile, che all’età di 29 anni decide di mettere la propria vita al servizio di ragazze e giovani donne in difficoltà o socialmente disadattate, suscitando luoghi nei quali esse possano trovare una casa dove vivere come in una famiglia, dove confrontarsi con la testimonianza della fede in Cristo, dove trovare nuove possibilità di crescita e imparare a organizzare e a gestire la propria vita. Su incoraggiamento del cardinale Achille Liénart, allora Arcivescovo di Lille, nel 1946 apre la prima casa di accoglienza a Roubaix, alla quale nel corso degli anni ne seguiranno altre, prima nella stessa Francia e poi in Africa, Asia e America Latina. L’associazione si costituisce ufficialmente nel 1975. Il 13 maggio 1993 il Pontificio Consiglio per i Laici decreta il riconoscimento di Claire Amitié come associazione internazionale di fedeli di diritto pontificio.

 

IDENTITÀ

Claire Amitié opera per il recupero di ragazze e giovani donne segnate da percorsi di vita dolorosi ed emarginanti. Accolte in piccole comunità di animatrici, esse ricevono una formazione globale che le aiuta a ritrovare l’equilibrio personale e l’istruzione necessaria per il inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro. Durante il soggiorno nei centri “Clair Logis” – la cui apertura avviene di norma in risposta alle richieste dei vescovi – le giovani ospiti, di tradizioni culturali e religiose diverse, sperimentano spesso per la prima volta la realtà di una famiglia e quell’amore fraterno dato e ricevuto che solo rende capaci di camminare verso il Dio uno e trino. Nell’adempimento della loro missione, i membri di Claire Amitié hanno contatti regolari con le istanze ecclesiastiche e rapporti di collaborazione con le comunità parrocchiali, i movimenti e i diversi gruppi presenti nelle diocesi in cui sorgono le case di accoglienza. Il processo di formazione delle animatrici inizia con un periodo di prova di sei mesi e dura cinque anni. In considerazione della loro specifica missione, esse ricevono inoltre una formazione permanente a livello umano, spirituale, dottrinale, missionario, pedagogico e professionale.

 

STRUTTURA

Claire Amitié è retta dalla Presidente e Direttrice generale coadiuvata dal suo Consiglio. All’associazione si può aderire come membri permanenti e come membri associati. Sono membri permanenti le animatrici, laiche chiamate da Dio alla verginità e alla vita comunitaria, per pregare e porsi al servizio della promozione umana, spirituale e cristiana delle ragazze e delle giovani donne più svantaggiate. I membri associati sono laici – uomini e  donne sposati e non – che condividono lo spirito e le finalità dell’associazione, il suo amore per i poveri, la sua dimensione ecclesiale e universale e danno il proprio contributo nella gestione delle associazioni di sostegno, nella formazione delle giovani e nella vita delle case di accoglienza.

 

DIFFUSIONE

Claire Amitié conta 277 tra membri permanenti e membri associati ed è presente in 7 Paesi così distribuiti: Africa (4), Asia (1), Europa (1), Sudamerica (1).

 

OPERE

Dall’iniziativa di Claire Amitié sono nate quindici case di accoglienza “Clair Logis” gestite con la collaborazione di otto associazioni di sostegno.

 

PUBBLICAZIONI

Parfum d’Ici et d’Ailleurs, bollettino mensile.

 

SEDE CENTRALE

Claire Amitié 

59, rue de l’Ourcq - 75019 Paris (Francia)

Tel. [+33]1.53264683 - Fax 1.53264680

E-mail: claire.amitie@wanadoo.fr

 



© Copyright 2011-2015  Pontificio Consiglio per i Laici | Mappa del Sito | Link Utili | Contatti